C84   Viale dei Caduti , Legnago

non disponibile

Il frammento di un imponente bugnato di proporzioni classiche viene utilizzato come base su cui sorge il “nuovo”. L’immagine che si scorge è quella di un rudere di un importante palazzo cittadino che si affaccia sulla strada e la domina; in esso si inserisce poi un costruito di colore chiaro con caratteristiche e proporzioni più misurate la cui parte ad est viene imbrigliata da parapetti in alluminio traforato.
I prospetti sono caratterizzati da tre elementi volumetrici formalmente non uguali, ma armoniosamente integrati tra loro.  
Il confine sud, quello che confina con la scuola materna dell’istituto Suore Canossiane, non è perpendicolare all’ allineamento della strada ma vi crea con essa un angolo acuto di circa 76 gradi. Questa irregolarità ci ha ispirati a immaginare un volume che si protragga a sbalzo sulla strada. L’andamento dell’aggetto del volume posto più in alto non  è causale o frutto di un mero formalismo, ma esso è perfettamente perpendicolare al confine sud. Questo elemento “spacca” il sottostante volume incastrandosi con esso. 
La vetrata a nord dell’ultimo piano si apre in una privilegiata vista verso il vicino fiume Adige.

 

Progetto: Arch. Damiano Zerman,  Studio Athesis - via Giberti 1/a Verona

Direzione lavori: ing. Davide Osanni - via S. Croce 75, Minerbe, Vr

Calcoli statici:   ing. Giampiero Marchetti - via Toti Enrico 33, Legnago, Vr

Progetto grafico:  arch. Alessandro Merigo, arch. Gianpietro Rinaldi - Studio Athesis

 


Viste del progetto e dello stato  di fatto, di Viale dei Caduti da Viale Regina Margherita

Le tecnologie costruttive porteranno l'edificio in una classe energetica molto virtuosa, classe A, divenendo uno dei primi edifici della zona inserito nella prestigiosa classificazione